5×1000

C’è un modo di contribuire al progetto CRYSALIS che non ti costa nulla: devolvere il 5×1000 della tua dichiarazione dei redditi al CRAMS.

Il codice fiscale del CRAMS è 01270610130

Come fare per devolvere il tuo 5×1000 al CRAMS

Se presenti il Modello 730 o Unico
E’ semplice:

  1. compila la scheda sul modello 730 o Unico;
  2. firma nel riquadro indicato come “Sostegno del volontariato…”;
  3. indica nel riquadro il codice fiscale di CRAMS: 01270610130.
Se non sei tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi
Anche se non devi presentare la dichiarazione dei redditi puoi devolvere al CRAMS il tuo 5×1000:

  1. compila la scheda fornita insieme al CUD dal tuo datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, firmando nel riquadro indicato come “Sostegno del volontariato…” e indicando il codice fiscale di CRAMS: 01270610130;
  2. inserisci la scheda in una busta chiusa;
  3. scrivi sulla busta “DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF” e indica il tuo cognome, nome e codice fiscale;
  4. consegnala a un ufficio postale (che la riceverà gratuitamente) o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti…).
Come useremo il tuo 5×1000

Da oltre 30 anni la Cooperativa Sociale CRAMS ha attivato progetti culturali e socio-educativi rivolti alla prima infanzia, ai giovani e alle disabilità. I progetti sono sempre stati caratterizzati dalla ricerca di soluzioni che permettano l’accesso alla fruizione ed alla produzione culturale per tutti, valorizzando e stimolando le potenzialità di chiunque voglia mettere in campo le proprie capacità espressive.
Questo lavoro produce una socialità che arricchisce le nostre comunità, genera attenzione e disponibilità alla relazioni sociali, aiuta alla formazione e alla consapevolezza di una cittadinanza attiva.

Il tuo contributo per noi è molto importante, in particolare per il progetto “Crysalis: l’arte di trasformare”; ci aiuterai a realizzare:

  • nuovi strumenti tecnologicamente adeguati ai bisogni dei disabili e progettati ad hoc per diversi tipi di handicap, ampliando le possibilità di accesso al “fare musica”;
  • una sensory room moderna e permanente per allargare la capacità di accoglienza dell’utenza disabile del territorio, e dove preparare nuovi percorsi espressivi ed opere musicali e teatrali;
  • una ricerca scientifica per esplorare il potenziale delle attività espressive e sviluppare nuove metodologie di lavoro adatte a coinvolgere sempre più forme di disabilità.

Grazie a tutti quanti decideranno di destinare il loro 5×1000 al CRAMS!