Crysalis & CRAMS Sociale

A chi si rivolge CRAMS Sociale

alla popolazione disabile del territorio che usufruirà di nuovi servizi presso la sede di Lecco.

ai centri e le comunità che ospitano persone disabili che potranno usufruire di un servizio e di interventi progettati sui loro bisogni specifici.

alle realtà che in Italia si occupano o vogliono occuparsi di espressività e disabilità e intendono sviluppare questo settore.

Crysalis è un progetto del CRAMS per la ricerca e lo sviluppo di metodologie espressive finalizzate alla realizzazione di laboratori e percorsi artistici rivolti a persone disabili.

Crysalis beneficia per il triennio 2014-2017 del sostegno e del co-finanziamento di Fondazione Cariplo, e permetterà in 3 anni l’avvio, la strutturazione e lo sviluppo di un vero e proprio servizio permanente rivolto all’espressività per le disabilità: CRAMS Sociale.

NUOVO2LOGO_FC-300 (500x118)

Negli ultimi 7 anni il CRAMS si è dedicato a sviluppare e svolgere attività di espressività per le disabilità in favore di un cambiamento del contesto sociale e culturale che sia attento al bisogno e stimoli la partecipazione.

Dal 2005 il CRAMS ha attivato una collaborazione con il musicista inglese David Jackson sul progetto musica e disabilità con l’ausilio del Soundbeam, sistema che consente, attraverso un fascio di raggio ad ultrasuoni di captare i movimenti dell’utente e tradurli in tempo reale in suono.
Da fine 2006 il CRAMS ha creato un team per la sperimentazione operativa con il Soundbeam nel campo della disabilità, della prima infanzia e dei bambini nel primo ciclo d’istruzione. Dal 2007 è operativa una divisione apposita che si occupa della realizzazione di servizi per espressività nei tre campi, come offerta di sessioni con operatori specializzati, assistenza a centri e personale che utilizza il Soundbeam, e assistenza tecnica sulla strumentazione.

Inoltre, il CRAMS è stato, nel triennio 2009-2012, capofila nell’ambito del progetto Interreg di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera “Il Raggio del Suono” con realtà lombarde e del Canton Ticino (La Nostra Famiglia, Provvida Madre, Provincia di Como, Conservatorio di Como).

Dall’esperienza e la capacità di innovazione del CRAMS sono nati:

laboratori espressivi per gruppi di disabili;

opere musicali e teatrali che hanno riunito sullo stesso palco disabili e giovani musicisti;

corsi di formazione per operatori sociali e musicisti;

una ricerca scientifica sull’autismo in collaborazione con La Nostra Famiglia – Istituto Medea di Bosisio Parini.

Da questo percorso e dall’esperienza nell’attuare la propria mission, ha avuto origine il progetto Crysalis , e, conseguentemente, CRAMS Sociale.

Il rilancio della ricerca tecnologica ed artistica legata alle attività di espressività per le disabilità che sino ad oggi sono state svolte con i laboratori Soundbeam, ci permetterà, superando gli attuali limiti tecnici, di studiare, costruire ed elaborare strumenti musicali personalizzabili, abbattendo le barriere espressive.

Ci consentirà, inoltre, di offrire diversi e più ampi gradi di accesso alla musica;
da chi può solo scegliere di schiacciare un tasto oppure no, a chi può decidere quali accordi suonare, quando e come intervenire.

Ci permetterà di usufruire di spazi adeguatamente attrezzati e dedicati ad allargare la nostra capacità di accoglienza dell’utenza disabile del territorio.